Lettera a un Garzone in Rinascita

Posted by Guilds42 on 25/05/20 14.29

Ciao Garzone,
lo so perché sei qui. Fantasticavi sul tuo futuro, affidando come sempre a Google la ricerca di quelle paroline magiche, ovvero “Lavori del futuro, Lavori digitali, qual è il lavoro del futuro?”.
E mentre scrivevi, battendo i tasti consumati della tua tastiera, cercavi una speranza oltre quello schermo che ti sembra sempre così piccolo e così grande allo stesso tempo, fiducioso che da quel giocattolo tecnologico qualcosa di importante prima o poi sarebbe arrivato.
Hai passato ore a cercare di capire quale sarebbe stato il tuo futuro. E quanti sussulti al cuore ogni volta che arrivava una e-mail o squillava il telefono, e dall’altra parte in linea c’era una delle tante aziende che ti aveva risposto?
Quanta speranza avevi nel cuore, mentre ti dirigevi ai colloqui con mille domande che ti ronzavano per la testa:

“Chissà se anche questo è un altro buco nell’acqua”
“Sarò all’altezza di questo nuovo lavoro?”
“E se mi domandano della mia ultima esperienza, cosa racconto? L’ultima volta che ho lavorato ero in veste di stagista”

Sei entrato in punta di piedi in quegli uffici. Hai osservato i volti degli altri candidati, scrutando le loro espressioni a metà tra la voglia di farcela e la delusione, e hai pensato: “Cavolo, chissà se sono anche io così”.
Ci sono state volte in cui ti sei sentito davvero piccolo ed inadeguato, quando ti hanno chiesto di firmare l’ennesimo contratto da tirocinante pagato una miseria o non pagato affatto.

Caro garzone, tu sei in quel momento della tua vita in cui il mondo ti sembra uno spazio immenso da conquistare, forte magari della tua bella laurea in tasca. Sei in quell’età in cui credi di avere il tempo di sperimentare. Perché tanto prima o poi la tua strada la troverai.

Il mondo là fuori però è un po’ diverso da quello che credi.
E lo sai anche tu, altrimenti non staresti leggendo questa lettera.
Non ti ci saresti nemmeno soffermato, se già non sapessi che è il momento di chiedersi davvero:

 

qual è il mio futuro? In cosa devo investire?


Se sono queste le domande che assillano la tua mente, se la tua America professionale la devi ancora scoprire, beh sei in quella fase che noi chiamiamo “rinascita”.
Si può rinascere più volte, anche in giovane età. Non esiste un solo momento per creare consapevolezza verso sé stessi.

Sei qui, perché qualcosa ti ha colpito e dopo aver letto le prime parole, devi aver pensato che qualcuno, oltre quello schermo, ti capiva senza nemmeno conoscerti.


Ed è così, perché ci siamo passati tutti in quell’incertezza che non ti fa dormire. In quella finta spensieratezza che ti non ti fa pensare troppo al futuro. Sappiamo cosa vuol dire essere osservati da coetanei e parenti, con aria un po’ dubbiosa, in cerca di una risposta che, in realtà, non conosciamo neppure noi.

Beh oggi, qui, puoi trovare il tuo continente, ma devi iniziare a viaggiare. E il viaggio sarà lungo e pieno di ostacoli, ma è per questo che noi siamo qui.

Ti chiedi qual è il lavoro del futuro? Senza dubbio il digitale.

Probabilmente non hai mai sentito parlare di Digital Transformation o, forse, pensi sia una cosa che riguardi solo le aziende. Sappi che non è così.
Tu sei nato nell’epoca del Digitale. Inconsapevolmente, sei l’attore principale di questo straordinario cambiamento.
Hai tra le mani una fortuna, che la generazione precedente alla tua ha dovuto faticare per costruirsela da sola, senza strumenti.
Se sarai abbastanza bravo da capire come sfruttare questa risorsa, e soltanto allora, ti si apriranno infinite possibilità che nemmeno immaginavi di avere.